Il Comune di Spino d'Adda è separato dalla sezione elettorale di Pandino

Perché fu creata una sezione elettorale autonoma a Spino

Nelle ultime decadi del XIX secolo pochi cittadini avevano diritto al voto, anche se una legge del 1882 permise l'allargamento dell'elettorato ai maggiorenni che avessero superato l'esame del corso elementare obbligatorio oppure pagassero un contributo annuo di lire 19,80.

Questa soluzione permise di allargare il corpo elettorale, passando da circa 628.000 ad oltre 2.000.000 di elettori, cioè dal 2% al 7% della popolazione totale che contava 28.452.000 abitanti.

A Spino d'Adda non esisteva una sezione elettorale, questione che obbligava i 58 elettori a recarsi alle urne a Pandino. Da cui la richiesta di separarsi dal confinante comune e istituire una sezione elettorale autonoma.

Il Decreto di re Umberto

Si trascrive qui di seguito il Decreto n° 7137 del 22 settembre 1890, con il quale si permettava l'istituzione della sezione elettorale di Spino d'Adda. Si ringrazia il sig. Cristiano Villa che ha fornito la copia elettronica dai fogli originali della Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia.

N. 7137

Regio Decreto che costituisce il comune di Spino d'Adda in sezione autonoma del 2° collegio elettorale di Cremona.

22 settembre 1890

Umberto I, pre grazie di Dio e per volontà della nazione re d'Italia, sulla proposta del Nostro ministro segretario di Stato per gli affari dell'interno, presidente del consiglio dei ministri.

Veduta la domanda del comune di Spino d'Adda per la sua separazione dalla sezione elettorale di Pandino e per la sua costituzione in sezione elettorale autonoma.

Veduta la tabella generale delle sezioni dei collegi elettorali, approvata col regio decreto del 24 settembre 1882, n. 997 (serie 3a).

Visti gli articoli 47 e 48 della legge elettorale politica 24 settembre 1882.

Ritenuto che il comune di Spino d'Adda dista dal comune di Pandino, capoluogo della sezione, oltre cinque chilometri e che le condizioni di viabilità rendono difficile agli elettori politici di Spino d'Adda l'esercizio del diritto elettorale.

Ritenuto che il comune di Spino d'Adda ha 58 elettori politici.

Abbiamo decretato e decretiamo.

Articolo unico.

Il comune di Spino d'Adda è separato dalla sezione elettorale di Pandino ed è costitutito in sezione elettorale autonoma del 2° collegio di Cremona.

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserito nella raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d'Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a Firenze, addì, 22 settembre 1890.

IL testo del decreto, pagina 1

IL testo del decreto, pagina 2

 Ultimo aggiornamento: 17/05/2019

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...


Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.
torna all'inizio del contenuto